Ricorrenze Giallorosse

Tanti auguri a Juan Manuel Iturbe, promessa del calcio che evaporò a Roma [Video]

Tanti auguri a Juan Manuel Iturbe, che oggi compie 29 anni. Arrivato nella Capitale nell’agosto del 2014, l’esterno argentino ha totalizzato 68 presenze con la maglia della As Roma mettendo a segno cinque reti: tre in campionato, un gol in Coppa Italia e uno in Champions League.

Nei suoi due anni a Trigoria (compresa la parentesi del 2016) Iturbe ha avuto più bassi che alti, nonostante l’impegno sia stato sempre massimo, così come il suo attaccamento alla maglia.

Ed è stato premiato in occasione del derby del 2015, quando l’argentino riuscì a sbloccare la stracittadina segnando la rete dell’1-0 su assist di Ibarbo, facendo letteralmente esplodere di gioia la Curva Sud.

A Juan Manuel Iturbe e alla sua esperienza con la Roma è dedicato un capitolo del libro “Ho dimenticato come si fa gol“, in cui ho provato a immedesimarmi nel giocatore raccontando le sue emozioni vissute durante la sua tappa capitolina.

“Il 16 luglio del 2014 è e sarà per sempre il giorno più bello della mia vita. Fu il giorno in cui capii con certezza che il mio futuro stava cambiando radicalmente. Fu il giorno in cui si concretizzò un sogno che, a ripensarci oggi, mi fa ancora venire i brividi. Il 16 luglio del 2014 diventai un giocatore della Roma! Sapete cosa significava per me? Significava andare a vivere nella città più bella del mondo, significava andare ogni mattina a Trigoria e allenarmi con giocatori del calibro di Francesco Totti, Daniele De Rossi, Kevin Strootman, Radja Nainngolan. E c’era pure Leandro Paredes, con il quale ci passiamo solo un anno di differenza. Sarebbe stato facilissimo integrarsi, è tutto più semplice quando c’è l’entusiasmo a trascinarti.

E infatti fu proprio così: semplice. Perché quel Mister che sapeva parlare così bene ai giocatori, quel Mister che sapeva sempre dire la parola giusta al momento giusto, quel Mister che sapeva cementare il gruppo, decise di schierarmi da titolare fin dalla prima partita contro la Fiorentina. Al Mister Rudi Garcia dovrei fare un monumento, per tutte le volte che mi ha incitato, sospinto, incoraggiato, esortato a mostrare a tutti quanto fossi forte. La gioia per aver indossato per la prima volta la maglia della Roma in una gara ufficiale fu a dir poco indescrivibile. Ma niente se paragonato a quello che mi accadde un paio di settimane più tardi”. […]

Forza Roma!

Juan Manuel Iturbe: la sua stagione con la Roma

Alessandro Oricchio

Docente e ricercatore di Lingua Spagnola, giornalista pubblicista iscritto all'Odg del Lazio. Amante dei libri, dei viaggi, del calcio, della lingua spagnola, del mare e della cacio e pepe. Da gennaio 2021 redattore e speaker di TeleRadioStereo 92.7

Articoli correlati

Back to top button