I grandi Calciatori della Roma

Bruno Conti, il brasiliano di Nettuno che incantò la Roma [Video]

“Ai nuovi arrivati, soprattutto agli stranieri, li portavamo sotto la Curva Sud per fargli capire Roma e la Roma. Mi ricordo l’emozione di Falcao o Voeller quando videro la Sud con il Commando. Agostino lo diceva a tutti: “guarda i tifosi, rispettali sempre”.

Nato a Nettuno il 13 marzo del 1955 Bruno Conti cresce calcisticamente nella squadra della sua città prima di trasferirsi alla Roma nel 1973, anno in cui fa il suo ingresso nelle giovanili. Ma il suo è un talento talmente evidente che ci mette poco a debuttare in prima squadra. Il 10 febbraio del 1974, ad appena 18 anni, Bruno Conti fa il debutto ufficiale con la maglia della AS Roma nella gara casalinga contro il Torino di Graziani e Pulici. È la prima di 402 presenze che il più brasiliano dei brasiliani totalizzerà con la casacca giallorossa, con la quale mette a segno anche 47 reti.

Giocatore dalla tecnica sopraffina Bruno Conti era un mancino che riusciva a saltare l’uomo con una facilità imbarazzante, e fu uno dei pilastri della Roma degli anni ’80, una squadra che vinse uno Scudetto nella stagione 1982/83 e per ben cinque volte la Coppa Italia. Nel 1982, infine, Bruno Conti si laureerà anche Campione del Mondo con la Nazionale italiana allenata da Bearzot.

Forza Roma

Bruno Conti: il brasiliano di Nettuno

Alessandro Oricchio

Docente e ricercatore di Lingua Spagnola, giornalista pubblicista iscritto all'Odg del Lazio. Amante dei libri, dei viaggi, del calcio, della lingua spagnola, del mare e della cacio e pepe. Da gennaio 2021 redattore e speaker di TeleRadioStereo 92.7

Articoli correlati

Back to top button