News

Roma, nessun obbligo di fare 50 milioni di plusvalenze entro il 30 giugno

(ReteSport) La Roma respira: la necessità di generare 50 milioni di euro di plusvalenze entro la fine di giugno scompare all’orizzonte. Questa notizia giunge in seguito all’incremento del fatturato del club, il quale trova solide basi in diversi fattori chiave, tra cui ricavi commerciali, incassi delle partite casalinghe, introiti legati alla partecipazione alle competizioni europee e una gestione oculata del parco giocatori.

Secondo quanto appreso e riportato da Rete Sport questi miglioramenti hanno prodotto benefici tangibili per il bilancio, eliminando così la necessità di adottare una politica forzata di cessioni per raggiungere obiettivi finanziari prefissati.

La proprietà ha anche chiarito che, in caso di lieve superamento del limite di deficit concordato con l’UEFA, simile a quanto accaduto l’anno precedente, sarà applicata una multa. Tale sanzione comporterebbe una sottrazione dei ricavi derivanti dalla partecipazione alle prossime competizioni internazionali.

Questa posizione riflette un’ottica di maggiore flessibilità da parte della società, che sembra orientata verso una gestione finanziaria più prudente, senza compromettere le prospettive future del club. Allo stesso tempo, l’attenzione della Roma è ora concentrata sulle operazioni di mercato in entrata e in uscita, con il possibile nuovo direttore sportivo Florent Ghisolfi che sarà incaricato di guidare questa fase cruciale.

News

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio