I Bomber della Roma

Rudi Voeller: il Re Operaio della Roma [Video]

Se dovessi spiegare cosa significa per me essere romanista oggi lo farei parlando di Rudi Voeller. Sì, perché quando il Tedesco volante arrivò alla Roma avevo poco meno di 7 anni, ma già ero innamorato dell’unica squadra della mia città, la Roma. Rudi Voeller, che a quell’epoca con gli amici chiamavamo Fèller (con la “e” completamente aperta) incarnò il vero e proprio romanismo.

Al primo anno di Roma Rudi Voeller non andò benissimo, complici anche diversi fastidi fisici, e segnò solo 5 gol in 28 partite. Fu messo in discussione, come troppo spesso purtroppo capita con i giocatori al primo anno in un nuovo campionato, ma fu tenace, decise di resistere, come sanno resistere i tifosi della Roma quando le cose non vanno bene, ed infatti nell’anno successivo riuscì a dimostrare il suo valore segnando 15 reti. Ma non solo, nelle stagioni seguenti, nonostante la Roma non fosse un top club e doveva vedersela con la Juve, il Milan di Gullit, Rijkaard e Van Basten, il Napoli di Maradona e l’Inter, riuscì a portare i giallorossi in finale di Coppa UEFA e ad alzare al cielo una Coppa Italia nell’indimenticabile notte al Marassi di Genova.

Rudi Voeller era soprannominato il Re Operaio, perché nonostante le grandi qualità tecniche conosceva bene quale fosse il valore del sacrificio in campo, rincorreva gli avversari, mordeva le caviglie dei difensori, tanto che si diceva che Voeller era quel giocatore che crossava e poi andava a colpire la palla di testa per andare a fare gol. Un attaccante indomito, un lottatore e un trascinatore.

Un giocatore che ha indossato la maglia della Roma con fierezza, rispettandola, nonostante non abbia avuto tantissimi top player come compagni. Mai una parola fuori posto, un vero e proprio tedesco naturalizzato romano che amava i colori giallorossi. E l’anno in cui se ne andò, dopo aver vinto la Coppa dei Campioni con il Marsiglia, il suo primo pensiero fu quello di dedicare il successo ai tifosi della Roma.

Un giocatore, un uomo d’altri tempi.

Forza Roma!

Rudi Voeller: il Re Operaio della Roma

I Bomber della Roma

Alessandro Oricchio

Docente e ricercatore di Lingua Spagnola, giornalista pubblicista iscritto all'Odg del Lazio. Amante dei libri, dei viaggi, del calcio, della lingua spagnola, del mare e della cacio e pepe.

Articoli correlati

Back to top button